Temi svolti in classe dagli studenti

     
Torna alla pagina inziale  


Compiti svolti in classe:l



Equilibrio, armonia, bellezza, qualità dell’arte greca mai più eguagliata. Secondo te quali erano le aspirazioni di uomini che pensavano che il mondo potesse essere descritto così?

Luca Tartaglia 2°A LSA (A.S. 2015-2016)

La concezione del mondo nell’ Umanesimo e nel Rinascimento era positiva tanto che si poteva immaginare una sua rappresentazione in forma numerica (matematico-geometrica quindi prospettica).
Come riesci a vedere quella descrizione della realtà? Pensi che sia attualmente valida? Qual è la tua visone del mondo di oggi dove prevale il pensiero razionale, scientifico e tecnologico? Può questa risolvere tutti i quesiti che l’uomo al presente si pone?


Lorenzo Rossi 4°A LSA (A.S. 2015-2016)

Irene Meaglia 4°A LSA (A.S. 2015-2016)



L'immagine qui sotto è tratta dalla copertina del libro di Irvin D. Yalom Il dono della terapia.

Senza lasciarti influenzare dal titolo del libro esprimi i pensieri che questa fotografia ti evoca.

 

Yalom

 


Alessandro Paniccia 4°A LSA (A.S. 2015-2016)

Irene Meaglia 4°A LSA (A.S. 2015-2016)


Lorenzo Rossi 4°A LSA (A.S. 2015-2016)

L'800 nuova visione del mondo.

 

Simone Potenziani V A LSA (A.S. 2014-2015)

 

La forma nell’arte tra spazio, tempo, realtà e astrazione.

 

Emma Bernardini III A LSA (A.S. 2014-2015)

 

Le muse sono quelle divinità che ispirano gli artisti e gli artisti sono quelle persone che sanno intendere il linguaggio dell'universo, che secondo alcuni è scritto in forma matematica, triangoli, cerchi, quadrati e altre forme geometriche.
Da sempre gli artisti sono il tramite tra la materia e lo spirito, tra gli uomini e le divinità.

Tratto da "Le muse inquietanti" di Carlo Lucarelli


Antonietta Del Regno V A LSA (A.S. 2014-2015)

 
L'Uomo nell'Arte

Giorgia Botticelli III A LST (A.S. 2011-2012)

Realtà, uomo e arte


Ludovica Pirelli III A LST (A.S. 2011-2012)

Secondo te come si struttura il rapporto tra realtà e immaginazione nell'opera d' arte?


Gaia Omobono IV A LST (A.S. 2010-2011)

do le storie degl

Arte, con quali occhi sul mondo?

 

Luca Palmieri IV A LST (A.S. 2009-2010)


 Spazio, tempo e arte

Arte tra Scienza e Coscienza

Alice Calvano II A LST (A.S. 2010-2011)

Luca Palmieri III A LST (A.S. 2009-2010)

Sono col piede destro sull'ultimo gradino del Partenone

Alice Calvano I A LST (A.S. 2009-2010)

 Ludovica Pirelli I A LST (A.S. 2009-2010)

Attraverso la citazione di tutte o alcune di queste opere: l’Hera di Samo, il Partenone, il Compianto di Giotto, il Davide, le Tombe medicee, la Tempesta di Giorgione,  parla di come le relazioni sottili tra tempo, spazio, luce e colore determinino i giochi dell’arte raccontando le storie degli uomini e i loro pensieri.

Gaia Omobono III A LST (A.S. 2009-2010)

Geometria e Arte.

Chiara Fioribello III A LST (A.S. 2008-2009)

La geometria nel Partenone.

Simone Riccitelli III A LST (A.S. 2008-2009)

Spiega le ragioni che hanno spinto Leon Battista Alberti ad eseguire il tempio Malatestiano prendendo a modello l'architettura romana.

Ludovica Pirelli II A LST (A.S. 2010-2011)

Luca Palmieri II A LST (A.S. 2008-2009)

Vi sono momenti nella storia dell’umanità in cui è come se un contatore universale si fermasse e ricominciasse da zero; sono momenti fondamentali in cui la psicologia collettiva si trova a considerare cambiamenti talmente forti, che da quell’istante in poi le cose del mondo non saranno mai più le stesse. Questo avviene anche nell’arte, quando l’intervento di qualcuno segna un salto, un distacco dal mondo precedente, e da quel momento in poi nasce una nuova epoca.

Daniele Catapano IV A LST (A.S. 2007-2008)

Il tempo è un fattore determinante per stabilire una chiave di lettura di molte opere. Considerando il differente approccio di Michelangelo e Giorgione ai due temi, metti a paragone le “Tombe Medicee” e “La Tempesta

Questo tema è stato assegnato contemporaneamente alle classi II, III e IV A LST

Laura Lapalorcia IV A LST (A.S. 2007-2008)

Anna Laura Fioribello IV A LST (A.S. 2007-2008)

 

Corrado Corsi IV A LST (A.S. 2007-2008)

 

Irene Morelli III A LST (A.S. 2007-2008)

 

Matteo Gizzi III A LST (A.S. 2007-2008)

 

Chiara Coluzzi III A LST (A.S. 2007-2008)

 

Chiara Fioribello II A LST (A.S. 2007-2008)

 

Tommaso Algozzino II A LST (A.S. 2007-2008)

 

Simone Riccitelli II A LST (A.S. 2007-2008)

 

Cézanne, le Courbusier, realtà analizzata intellettualmente secondo una logica non naturalistica ”Il cilindro, la sfera, il cono”, "Gioco sapiente, chiarezza e magnificenza dei volumi sotto la luce". Realtà non copiata ma costruita ed espressa attraverso la ricerca dei suoi aspetti essenziali, eterni, soprasensibili, pensata con la mente in tutte le sue varianti possibili, che l’ occhio non può percepire contemporaneamente. Marco Vozza osserva: “Alla luce del principio di indeterminazione di Heisenberg, lo scienziato osserva il comportamento degli elettroni allo stesso modo con cui Cézanne pose il cavalletto di fronte alla Saint-Victoire consapevole dell’inevitabile relazione di incertezza determinata del suo punto di osservazione”.

 

Laura Lapalorcia IV A LST (A.S. 2007-2008)

 

Anna Laura Fioribello IV A LST (A.S. 2007-2008)

 

Roberto Santucci IV A LST (A.S. 2007-2008)

 

Luca Gavillucci IV A LST (A.S. 2007-2008)

 

Dopo aver letto “Brama di vivere” di Irving Stone descrivi come il mondo interiore di Van Gogh si riversa nella sua arte.

Laura Lapalorcia IV A LST (A.S. 2007-2008)

Anna Laura Fioribello IV A LST (A.S. 2007-2008)

Luca Gavillucci IV A LST (A.S. 2007-2008)

Daniele Catapano IV A LST (A.S. 2007-2008)

Avendo studiato sia l’ Adorazione Dei Magi che il Cenacolo, metti a paragone le figure centrali della Vergine col bambino e del Cristo nei due lavori e indica, secondo te, cosa esprime il moto e l’immobilità per Leonardo, come mette in relazione questi nelle due opere e che significato tu gli attribuisci. Dimmi, inoltre, secondo te chi serve alla tavola di Cristo.

 

Nicolò Palmieri II A LST (A. S. 2007-2008)

 

“Dai primordi insensibili di pietra

  si volgono creature a un tratto elette

  e nel silenzio eterno di ogni essere

  precipita il fragore di un evento.”

                       Rainer Maria Rilke

Anna Laura Fioribello III A LST (A.S. 2006-2007)

L'influenza della religione nell'arte attraverso le opere studiate dall'età micenea a Tiziano

Laura Lapalorcia III A LST (A.S. 2006-2007)

L’influenza della scuola veneta in Caravaggio, Giorgione, Tiziano, Tintoretto

Anna Laura Fioribello III A LST (A.S. 2006-2007)

Spiega il concetto di tempo nell’opera monumentale michelangiolesca delle tombe medicee considerando l’insieme delle sculture, dei sarcofagi e della sagrestia nuova come un tutt'uno, mettendo in evidenza gli equilibri presenti nell'opera tra i concetti di mondo spirituale, dell’intelletto e di mondo reale.

Chiara Fioribello II A LST (A.S. 2007-2008)

Daniele Catapano III A LST (A.S. 2006-2007)

Stefano Lamelza IV A LST (A.S. 2006-2007)

Metti a paragone le seguenti opere: “L’Adorazione dei Magi” di Leonardo, “Il Tondo Doni” di Michelangelo e “Il Compianto sul Cristo Morto” di Giotto, soffermandoti principalmente sul significato dato dagli artisti al “moto circolare” presente nelle varie composizioni.

Anna Laura Fioribello II A LST (A.S. 2005-2006)

Laura Lapalorcia II A LST (A.S. 2005-2006)

Interpreta la differente concezione della storia per Michelangelo e Leonardo mettendo a paragone la trattazione del mondo pagano nel "Tondo Doni" e nell' "Adorazione dei Magi" e il ruolo del San Giovannino nel  "Tondo Doni" e nella "Vergine delle rocce".

Stefano Lamelza III A LST (A.S. 2005-2006)

Parla del rapporto tra arte, geometria e natura nel Partenone e fai un parallelo sui medesimi contenuti con l' “Hera Di Samo”.

Anna Laura Fioribello II A LST (A.S. 2005-2006)

In cosa consiste la novità della pittura di Caravaggio nella rappresentazione della realtà? (Tema assegnato dopo la lettura del libro "L'Enigma Caravaggio" di Peter Robb)

Michela Neccia IV B LST (A.S. 2007-2008)

Anna Laura Fioribello IIIA LST (A. S. 2006-2007)

Laura Lapalorcia IIIA LST (A.S. 2006-2007)

Luca Gavillucci IIIA LST (A.S. 2006-2007)


 
Torna alla pagina inziale